Congratulations! Your support has been successfully sent to the author
Maria Pia Morelli alla fondazione Massimo e Sonia Cirulli di Savena in occasione di Bologna Children's Book Fair

Maria Pia Morelli alla fondazione Massimo e Sonia Cirulli di Savena in occasione di Bologna Children's Book Fair

Published Mar 3, 2023 Updated Mar 3, 2023 Culture
time 3 min
0
Love
0
Solidarity
0
Wow
thumb comment
lecture reads
0
reaction

On Panodyssey, you can read up to 30 publications per month without being logged in. Enjoy29 articles to discover this month.

To gain unlimited access, log in or create an account by clicking below. It's free! Log in

Maria Pia Morelli alla fondazione Massimo e Sonia Cirulli di Savena in occasione di Bologna Children's Book Fair

In occasione di Bologna Children’s Book Fair, inaugura sabato 4 marzo, la mostra di Maria Pia Morelli “Leggi, sogna, viaggia con Agata allegra Mucci” alla Fondazione Massimo e Sonia Cirulli di Savena (BO)

La mostra dal titolo è una selezione di 50 disegni originali realizzati a tecnica mistaper illustrare la collana di fiabe “Agata allegra Mucci” nata dalla fantasia di Maria Pia Morelli, in arte Zapi, tradotte in italiano e inglese, edita da Linea Edizioni.

Disegni che raccontano di bambine e bambini audaci, coraggiosi, curiosi di sperimentare e vivere ogni giorno in armonia con l’ambiente, gli animali, la famiglia e gli amici; avventure e giochi in giro per l’Italia e l’Europa per promuovere il territorio; libri illustrati che portano alla scoperta dell’ambiente, educano alla sostenibilità e all’amore per gli animali, svelano la bellezza dell’arte, insegnano il rispetto e la resilienza.

Protagoniste delle tavole a colori sono le due sorelline Agata e Allegra, quest’ultima una bambina di origine cinese adottata dalla famiglia Delle Peonie e il cuginetto Mucci che insieme ad alcuni animaletti bizzarri vivono avventure fantastiche in giro per il mondo e diventano il pretesto per valorizzare l’arte, la storia e le tradizioni.

I temi al centro dei racconti sono l’amicizia, l’accoglienza, il rispetto per gli animali e per l’ambiente. Le avventure dei piccoli protagonisti insegnano a valorizzare il talento e i sogni di ogni bambino e di ogni bambina, educando all’integrazione, al rispetto per l’ambiente e all’amore per lo sport inteso come sana competizione. Sensibilizzano all’accoglienza e alla condivisione, aiutano i piccoli lettori e lettrici a orientarsi fra consumismo e bisogni reali, a valorizzare l’introspezione, l’amicizia, il gioco e a riscoprire il valore del tempo (lento) trascorso con la famiglia e gli amici. L’istruzione resta il perno della filosofia del progetto artistico-letterario di Maria Pia Morelli.

 

«Molti degli spunti per queste storie vengono dalla mia vita – rivela Maria Pia Morelli -. Nei libri ci sono la mia famiglia, le persone che amo, i luoghi della mia infanzia e quelli significativi della mia esistenza. La protagonista è Agata, la sorellina di mio figlio Massimiliano. Quello che ho voluto comunicare ai bambini e alle bambine che leggeranno è “mai arrendersi”, essere coraggiosi, cercare sempre una progettualità del vivere, alimentare la creatività di ciascuno di noi per rendere migliori non solo le nostre vite ma anche quelle degli altri».

«Nella settimana in cui Bologna è centro di riferimento internazionale per quanto riguarda l’editoria e i contenuti dedicati a bambini e ragazzi, grazie allo svolgersi di Bologna Children’s Book Fair – spiega Margherita Cirulli, responsabile dei servizi didattici di Fondazione Cirulli- siamo molto felici di poter presentare un progetto espositivo incentrato sulle tematiche dell’educazione e dell’infanzia, come quello di “Leggi Sogna Viaggia con Agata allegra Mucci”. Da sempre Fondazione Cirulli è al fianco dei più giovani, con la promozione di attività didattiche rivolte alle scuole di ogni ordine e grado, proponendosi di utilizzare l’arte come strumento per interpretare la realtà con sguardo critico e consapevole. Il percorso espositivo di Agata allegra Mucci consente di interagire con le opere esposte attraverso giochi e apparati didattici e di andare alla scoperta, assieme ai piccoli protagonisti delle storie illustrate, del mondo circostante e, di conseguenza, di se stessi e dei propri sogni».

Sabato 4 marzo 2023 dalle ore 17.00 ci sarà l’evento inaugurale in Fondazione Cirulli, alla presenza dell’autrice, che prevede una conversazione sul grande tema dell’educazione e dell’infanzia a cui tutti siamo chiamati a rispondere nella prospettiva del futuro. Un’educazione che deve necessariamente tenere conto delle leggi che regolano lo sviluppo infantile e che consenta ai bambini di essere guidati nella loro unicità. Insieme all’autrice intervengono Ferruccio De Bortoli, giornalista, Innocenzo Cipolletta, Presidente di Confindustria Cultura Italia, Fernando Rigon, storico dell’arte e iconografo, Giancarlo Marinelli, regista e scrittore. Modera Gloria Massera, giornalista. A legare il mondo delle parole al mondo allegro di Agata Allegra e Mucci saranno le note musicali di alcune fra le colonne sonore dei Cartoon Disney più iconici. Durante il corso della serata sarà possibile acquistare il libri di favole. Il ricavato della vendita sarà devoluto all’Associazione Ansabbio, a favore dei piccoli ospedalizzati dell’area metropolitana di Bologna.

Domenica 5 marzo, dalle ore 16:00, un pomeriggio dedicato ai più piccoli, con laboratori didattici e letture alla presenza dell’autrice, alla scoperta del mondo fantastico di Agata allegra Mucci.

La mostra rimarrà aperta fino al 31 marzo 2023

Informazioni
Fondazione Massimo e Sonia Cirulli
T. +39 0516288300
info@fondazionecirulli.org
fondazionecirulli.org

 

https://www.teatrionline.com/2023/03/maria-pia-morelli-al-bologna-childrens-book-fair-di-bologna/

lecture 35 readings
thumb comment
0
reaction

Comments (0)

Are you enjoying reading on Panodyssey?
Support their independent writers!

Prolong your journey in this universe Culture
Eve
Eve

Un mot d'un dictionnaire, ma définition, vôtre sourire, ma joie. Dans sa gen&...

Bernard Ducosson
1 min

donate You can support your favorite writers